Tallinn: le 10 cose da fare e vedere

Tallinn è capitale e principale porto dell’Estonia. La città, posta sulla costa settentrionale del paese e affacciata sul Mar Baltico, è il maggiore centro economico e commerciale dell’Estonia.



Tuttavia non crediate che questo basti a renderla una metropoli: Tallin è sì una capitale, ma prima di tutto una città piccola, intima e riservata tanto da permettere di poter essere visitata nei suoi punti nevralgici anche senza l’uso di mezzi di trasporto (per questa ragione prendete per buono il tour a piedi per la gran parte delle attrazioni che vedremo più avanti). La parte detta Città Vecchia è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1997, quindi anche solo questo elemento dovrebbe suggerirvi di accorrere in visita presso questo piccolo angolo di Europa. Popolata e popolare, Tallin è una via di mezzo tra l’industrioso e il culturale, ricca di meraviglie da visitare nonché luogo particolarmente ambito da chi prova curiosità verso le differenti culture.

Booking.com Prenotazione Hotel al miglior Prezzo

1. La Città Vecchia – Nel 1200 Tallinn era un fiorente ed importante luogo commerciale: nessun altro luogo come la Città Vecchia potrebbe rendersi testimonianza vivente di tutto ciò. In questa parte della città in pratica tutto è rimasto intatto come a quell’epoca. Imperdibile la visita al Municipio che si trova nell’omonima piazza e che è anche l’edificio più bello e importante di Tallinn. Da vedere è poi la Chiesa dello Spirito Santo, poco distante, risalente al XIV secolo, la cui torre ottagonale ospita una campana del 1433 che è tra l’altro la più antica dell’intera Estonia. La Città Vecchia è un vero spettacolo d’arte medievale con i suoi quasi 2 km di mura con ancora intatte 16 delle 46 torri che difendevano la città.

2. Il Municipio di Tallinn – Il Municipio di Tallinn è il cuore della Città Vecchia, il palazzo civile più antico di Tallinn, ma soprattutto l’unico in stile gotico di tutto il Nord Europa. Tra arcate e portali, finestre e gargaouille a forma di drago, vi perderete in quello che non è soltanto un riferimento amministrativo, quanto anche un delizioso edificio da ammirare in tutta la sua vena artistica. E se non temete l’altezza scaldate i muscoli e salite i 115 gradini alti e ripidi che vi condurranno alla volta del campanile da cui sarà possibile visitare il quartiere e le zone circostanti da una veduta del tutto privilegiata!

3. Il Kadriorg – Il Kadriorg è un magnifico parco con annesso Palazzo posto appena fuori dalla Città Vecchia. L’elegante edificio che si innalza in questo contesto è una dimora bianca e rossa costruita su modello delle ville italiane del ‘700: un tempo lo Zar e sua moglie trascorrevano qui le loro estati, mentre oggi il Kadriorg è stato adibito a luogo culturale. Al suo interno si trova infatti il Museo di Arte Straniera al cui seguito trovano spazio varie collezioni di dipinti italiani, russi, tedeschi, olandesi e fiamminghi; e il KUMU, il Museo d’Arte nazionale che raccoglie la più vasta collezione di arte locale.

4. La Basilica di San Nicola – La Basilica è dedicata a San Nicola di Bari. Quella che fu però pensata come una chiesa divenne col tempo un museo d’arte religiosa, tutt’oggi custode di pregevoli opere risalenti al tardo Medioevo che sono sempre pronte a tirare in ballo nomi artistici di rilievo internazionale. Ma oltre a museo di arte sacra, la Basilica è stata convertita anche a mo’ di sala concerti che ancora oggi è sede di importanti avvenimenti musicali, i più importanti dei quali sono i popolari concerti d’organo che si tengono nei pomeriggi di ogni week end.

5. Pikk Tanav e Vene – La prima è nota per via del suo incrocio con la Città Vecchia e con la collina di Toompea (non a caso viene presa come riferimento per raggiungere entrambi i luoghi turistici), ma al suo seguito c’è anche tanta storia ed una fitta mole di importanti monumenti. Saranno le arcate a volta che fiancheggiano le attrazioni o i negozietti di puro artigianato locale che ne costellano gli angoli, fatto sta che la seconda è invece una via ritagliata su misura per chi ama l’intimità ed anche quel po’ di sano romanticismo!

Logitravel Voli

6. La Collina di Toompea – La collina di Toompea è il vero fiore all’occhiello di Tallin, se non altro perchè è proprio da questo punto che nacque la capitale estone. Oggi giorno questo delizioso angolo di città ospita il Parlamento (noto come Palazzo Riigikogu) e il Governo (sito in Casa Stenbock), tanto da divenire il centro del potere amministrativo dell’intera Nazione. Ma al di là di questa sua peculiarità, la collina di Toompea va raggiunta anche solo per ammirare le splendide vedute panormaiche e i paesaggi mozzafiato che si allungano fino al Mar Baltico: tutto merito dei suoi 48 metri di altitudine! E tanto che siete in zona non perdetevi per alcuna ragione al mondo il Castello di Toompea, simbolo del potere regnante nonché affascinante occasione per conoscere una parte del trascorso storico di questa città.

7. La Cattedrale Aleksander Nevski – Tanto che siete in zona visitate questa splendida cattedrale che per poter essere presentata al meglio merita un discorso a se stante. Del resto si tratta di un monumento di chiara impronta zarista, nonché del più importante riferimento della chiesa russa in Estonia. La posizione che la colloca in cima alla collina cittadina, a due passi dalla sede del Parlamento, permette alla Chiesa Aleksander Nevski di assumere un fascino tutto suo, un’imponenza e un’abbondanza visiva che difficilmente potremmo dimenticare.

8. Le Torri – Suggestive e antiche, queste torri furono progettate per proteggere Tallinn negli anni più bui della sua storia. Sono una ventina le torri rimaste intatte nel tempo ed ormai tutte praticamente convertite a mo’ di ristoranti, hotel, musei e di attrazioni varie. Si tratta di un luogo suggestivo per appagare un po’ la vista con qualcosa di particolare, la propria sete di cultura a suon di importanti riferimenti storici, e per appagare il desiderio di svago grazie alle attrazioni che troverete in questo delizioso angolo di Estonia.

9. Freedom Square – Potremmo definirlo come il quartiere più elegante di tutti. Il Freedom Square è un angolo ideale per fare due passi coccolati dagli splendidi edifici del centro, accompagnati dall’assidua presenza di panchine e caffè, nonché intrattenuti con due rifornite gallerie d’arte utili per dare al momento quel tanto di “assaggio culturale” che ci sta sempre bene!

10. La Cucina – Il menù tradizionale comprende sempre l’anguilla marinata a pezzi (Marineeritud angerjas), la lingua di bue (Keel hernestega) e il bollito di maiale (Sült). E poi ancora delizioso è il sanguinaccio di salsiccia e marmellata di frutti di bosco (Verivorst), particolare lo stufato di crauti e carne di maiale accompagnato da batate bollite (Mulgikapsad), così come assai caratteristico appare il Silgusoust (pesce del Baltico con pancetta) e per chiudere i pasti il Karask che è un dolce lavorato con pane d’orzo.

Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search

GUARDA LA NOSTRA GUIDA ESCLUSIVA TRIVAGO

Visualizza le Nostre Offerte Vacanze del Giorno

Optatravel.com Le Offerte Vacanze del Giorno