Prima di procedere alla visione della guida vi invitiamo a cliccare mi piace su Facebook o a seguirci su Twitter per seguirci e confermare i vostri sconti sui viaggi.

Stati Uniti d’America

Dopo aver realizzato il nostro viaggio a tappe negli Stati Uniti d’America chiamato OPTAINUSA ed aver illustrato come essere certi di ritrovare la propria valigia integra all’arrivo negli USA grazie al lucchetto TSA, abbiamo deciso di elencarvi nei dettagli tutte le informazioni necessarie per chi si sta recando negli Stati Uniti d’America, ma in realtà molte delle cose che illustreremo sono utili anche per altre destinazioni internazionali.

Questa guida raccoglie impressioni, consigli e verifiche fatte in territorio americano che non troverete in giro per il web.

Ecco la lista da verificare prima della partenza per gli USA:

  • Verifica Documenti di Viaggio

Essendo gli Stati Uniti non molto tolleranti con i documenti potreste rischiare di fare 10 o 12 ore di volo e vedervi negato l’accesso agli USA. Verificate prima della partenza la validità del vostro passaporto e soprattutto verificate la correttezza della Vostra Autorizzazione ESTA cioè il Sistema elettronico per l’autorizzazione al viaggio negli USA. A questo link potrete inserire i vostri dati e verificare la correttezza dell’autorizzazione e se la vostra autorizzazione al viaggio è stata approvata. Verificate punto per punto i dati inseriti basta un singolo carattere sbagliato e non entrerete negli Stati Uniti.

  • Medicinali

Una buona raccolta di medicinali di prima necessità non può mancare nella vostra dotazione di bordo questo nonostante le tantissime farmacie americane aperte 24 ore su 24. Il consiglio è comunque quello di portare medicinali standard quali aspirine, antibiotici, medicinali per gastrite e dolori allo stomaco e qualsiasi altro medicinale di cui si faccia uso quotidiano. Nessun problema per il passaggio dei medicinali in dogana.

  • Assicurazione di Viaggio

Prima di intraprendere il vostro viaggio verificate le assicurazioni di viaggio. Noi non viaggiamo mai senza. Questo perchè preferiamo investire pochi euro in Italia che tanti dollaroni negli Stati Uniti. In America come ben sapete la Sanità è privata ed è quindi a pagamento. Ciò vuol dire che di qualsiasi cosa dovreste aver bisogno in un ospedale dovrete pagare per essere assistiti. Da sempre consigliamo a tutti i nostri utenti le assicurazioni All Inclusive di Allianz Global Assistance che nel caso di USA e Canada offrono massimali illimitati.

  • Adattatore di corrente

Ricordate che negli USA si utilizza una spina elettrica diversa da quella italiana. La spina è solitamente a 2 poli con terminali piatti TIPO A, mentre invece in Italia si utilizzano le spine TIPO L. Acquistate un adattatore prima della partenza altrimenti non sarete in grado di far funzionare i vostri apparati elettrici, telefonini inclusi. Verificate qui le spine elettriche.

  • Tensione 110v

Non basta acquistare un adattatore per le spine elettriche negli Stati Uniti in quanto dovete tenere bene a mente che negli USA la tensione di alimentazione è diversa da quella italiana. In Italia c’è la 220V mentre in USA esattamente la metà. E’ ovvio che tutte le principali periferiche sono costruite per essere alimentate sia a 110 sia a 220 volts (caricabatterie tel e pc inclusi). Se volete essere certi però della correttezza della tensione del vostro apparecchio basterà verificare l’etichetta alla voce INPUT: 110-220V. Cosa ben diversa nel caso in cui ovviamente l’apparecchio risulti con INPUT: 220V, in tal caso l’apparecchio non funzionerà a dovere essendo alimentato con un’altra tensione (es. a noi è successo con il rasoio elettrico italiano).

  • Carte di credito

E’ ovvio che quando si parla di Stati Uniti si associa la facilità di pagamento con le carte di credito. Senza dubbio è vero, considerando che in America è possibile spendere anche 1 dollaro con Carta, ma una piccola differenza con noi italiani c’è. In America le carte di credito sia prepagate sia non sono con i numeri in rilievo, quindi a noi è capitato più volte di vederci non accettata la carta di credito prepagata italiana nonostante ci fosse credito a sufficienza. Prima dell’arrivo verificate che sia accettato il circuito della vostra carta di credito.  Altro consiglio è quello di verificare che gli addebiti sulla vostra carta di credito vi permettano di ricevere un sms sul vostro cellulare in modo da verificare di volta in volta che non vi siano errori negli addebiti. A noi ad esempio è capitato che un nostro Hotel già pagato ci addebitasse per la caparra obbligatoria 500$ al posto di 50$. Ricevuto l’sms il titolare ha immediatamente stornato l’addebito.

  • Tasse su acquisti: 7-8%

Ricordate che ogni prezzo che vedete esposto negli USA non comprende le tasse locali che abbiamo potuto constatare tra il 7 e l’8% tra New York e Miami. Quindi ad esempio se vorreste acquistare una maglia esposta al prezzo di 5$ vi costerà 5.40$ totali.

  • Dotazione da portare con sè

Le regole sono quelle di sempre ma con qualche particolarità in più. Quando si viaggia c’è sempre necessità di scarpe comode, ombrello, tappi per orecchie (soprattutto a New York), cuffie per cellulare (comode per evitare le discussioni), zaini e borse di tutte le misure, pantaloni e tute antipioggia, cuscino per riposare in aereo, caricabatterie tel e pc, set cucito, pesa valigie (molto utile per controllare l’esatto peso della valigia prima dell’imbarco ed evitare di pagare cifre impossibili!), ma la cosa che negli USA è fondamentale avere con sè è un giubotto o felpa anche in estate. Voi direte ma di che si sta parlando? Arrivo a New York con 30 gradi C° ed ho bisogno di un giubotto? Eh si proprio così. In qualsiasi posto andrete (negozi, metro, bus, ecc) troverete un’aria condizionata sempre sotto i 10 gradi C° un freddo impressionante che se dovete percorrere 30 minuti in bus, ad esempio, vi sconvolgerà completamente mentre gli americani resteranno assolutamente tranquilli e beati.

  • Non fidarsi mai degli italiani

Molto brutto da dirsi ma è la verità. Gli italiani che si sono trasferiti negli Stati Uniti d’America o non sono più italiani perchè da troppo tempo lì o sono lì per lavorare e solitamente il loro lavoro è pagato in base alla quantità di lavoro che riescono a portare al locale. Questo soprattutto a Miami abbiamo avuto modo di verificarlo in quanto dopo aver ordinato 2 cocktail molto semplici molti dei nostri compagni di viaggio si sono visti arrivare 2 mega coppe giganti al costo di circa 160$ per 2 cocktails. Una cifra impressionante considerando che in America abbiamo constatato in generale prezzi nella media italiana o addirittura inferiori grazie all’ottimo cambio Euro – Dollaro. E’ anche vero però che dopo 1 settimana di cibo spazzatura passato a divorare patatine con tanto ketchup si avverte il desiderio di mangiare dell’ottimo cibo italiano. Abbandonate completamente l’idea della pizza che non può esistere come in Italia, quella americana è con Ananas ed altre schifezze ben lontana dalla nostra amata margherita.

  • Bagni senza bidet

All’arrivo negli USA noterete che i bagni sono senza bidet proprio come accade in Francia ed in altri Paesi. Un’altra piccola differenza del bagno americano non ve la raccontiamo ma vi invitiamo a verificarla di persona…!

  • Acqua naturale in bicchiere non si paga

Ricordate che ovunque andrete potrete non pagare l’acqua chiedendo un bicchiere di acqua naturale. Vi porteranno un bicchere d’acqua con tanto ghiaccio dal sapore simile all’acqua piovana, cosa non diversa acquistando le bottiglie d’acqua. Dimenticate il sapore delle nostre acque. Ovviamente dovrete abituarvi perchè senz’acqua non si può vivere.

  • Autogratuity: Mance obbligatorie dal 15% al 20%

Quando andrete in un ristorante ricordate che al totale del conto si applica una mancia obbligatoria per il personale dal 15 al 20% del totale del conto di nome Autogratuity. In America il personale è pagato come base molto poco e vive praticamente di mance. Questo si applica quando arrivate in hotel, ai ristoranti, ai transfer bus, ecc. ecc.

  • Sincronizzare gli orologi

L’ultimo consiglio da dare di fondamentale importanza è quello di sincronizzare gli orologi prima dell’arrivo in territorio americano. Vi aiuterà a capire sin da subito il fuso orario ed a rispettare gli orari. Verificate il vostro fuso orario e sincronizzate gli orologi. Eviterete così di perdere aerei, coincidenze e mezzi pubblici.

Visualizza le tappe del nostro viaggio negli USA

Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search

 

Prenotazione Voli

Se state cercando un ottimo volo con cui abbinare questa fantastica promozione vi consigliamo di trovarlo con SKYSCANNER che compara tra migliaia di voli presenti e trova il più economico per la destinazione e le date inserite.

Skyscanner Voli Compara Offerte Low Cost

                                                   


I nostri ultimi Top Articoli