San Gregorio Armeno: Natale a Napoli in 1 giorno

Anche chi non abita in Campania conosce quasi sicuramente Via San Gregorio Armeno, l’ormai celebre quartiere napoletano presso cui ogni anno gli artigiani del presepe più rinomati d’Italia trovano la loro dimora naturale.



Famosa su scala internazionale per via dei suoi negozietti caratteristici e delle tante botteghe artigiane che sembrano catapultarla indietro nel tempo, San Gregorio Armeno è tappa irrinunciabile per chiunque voglia vivere un Natale davvero magico. Di quelli a cui la frenesia moderna ci ha purtroppo allontanati, di quelli che non hanno alcun bisogno di massicci investimenti di denaro, di quelli che sanno fare a meno dello sfarzo ultra tecnologico e che tentano di catturare l’animo più profondo di ciascuno di noi a suon di semplicità. Di una incantevole semplicità!
Booking.com Prenotazione Hotel al miglior Prezzo

Come arrivare a San Gregorio Armeno

Naturalmente, per arrivare presso questo splendido quartiere napoletano occorre aver raggiunto Napoli, il capoluogo campano: anche chi arriva dalle zone più remote d’Italia può fare affidamento ad una fitta rete di collegamenti che tra aerei, treni, autobus e parecchie autostrade congiungono qualsiasi città a Napoli.

Giunti a Napoli potrete arrivare a San Gregorio Armeno percorrendo o il Decumano Maggiore (altrimenti noto come via dei Tribunali) o fare affidamento al Decumano Inferiore (coincidente con via San Biagio dei Librai). Chi si trova già in via Duomo, invece, deve imboccare direzione mare e continuare per le vie sopracitate (via dei Tribunali o via San Biagio dei Librai).

Nel caso in cui preferiate giungere a San Gregorio Armeno tramite metropolitana, il consiglio è quello di prendere la Linea 1 e scendere solo quando giunti a Piazza Dante. Proseguite quindi per via San Sebastiano con l’obiettivo di arrivare a via San Benedetto Croce: vi trovate in una parte del Decumano Maggiore che gli abitanti del luogo sono soliti soprannominare come Spaccanapoli. Passo dopo passo è già possibile notare le prime bancarelle, le prime vetrine, i primi odori di quella che si pone come una sorta di anteprima allo scenario unico di San Gregorio Armeno: è sufficiente seguire questa direzione per imboccare il resto del mercato!
Logitravel Voli
 

Spaccanapoli, la migliore via per introdursi a San Gregorio Armeno

Spaccanapoli Optatravel
Abbiamo appena fatto il nome di Spaccanapoli che anche i meno avvezzi alle mappe hanno imparato essere una delle strade più importanti della città. Il centro storico di Spaccanapoli con le sue viuzze, le piazzette, gli scorci e i negozi è una perenne celebrazione della cultura partenopea: ecco perchè bisogna fare tappa in questo tracciato per poter dire di avere assaporato il vero cuore di Napoli!

In realtà Spaccanapoli non è proprio una strada quanto un’insieme che raccoglie a sé ben sette diverse strade. Tesori artistici, botteghe caratteristiche e ricche testimonianze storiche prendono letteralmente d’assalto l’intera zona dandovi la sensazione di respirare un’aria quasi surreale.

Dall’incantevole Palazzo Carafa di Maddaloni sito nell’omonima via, fino alla suggestiva Piazza del Gesù Nuovo; dal grazioso slargo di San Domenico Maggiore, fino all’antica Piazzetta Nilo presso cui è ospitato il Corpo di Napoli (una statua di oltre duemila anni fa raffigurante il Dio Nilo). E per finire la rinomata via San Biagio dei Librai che non è solo ed esclusivamente il tratto più retrò di Spaccanapoli, ma probabilmente anche quello che coi suoi negozi e le sue botteghe si propone come il più votato allo shopping.

Questa via, tra l’altro, incrocia la famosa San Gregorio Armeno che per quanto possa dirsi perennemente bella in ogni periodo dell’anno, durante le festività natalizie in particolare si riveste di un’atmosfera unica nel suo genere: i locali addobbati a festa, le luci che segnano il tour da percorrere, le bevande calde da sorseggiare tra una compera e l’altra, nonché musiche tipiche del periodo conferiscono a questo scorcio di Napoli una dimensione difficile da replicare.
Booking.com Prenotazione Hotel al miglior Prezzo
 

San Gregorio Armeno, sede per eccellenza del vero Natale!

Indipendentemente da come siate arrivati in loco, l’importante è essere riusciti a metter piede nello scenario unico di San Gregorio Armeno. Visitare l’arteria per eccellenza degli “artigiani del Natale” è quanto di meglio possiate fare per trascorrere delle festività in una maniera a tratti insolita ma fondamentalmente molto a tema: San Gregorio Armeno è la migliore scelta che potreste effettuare nel caso in cui desideriate ritrovare nel Natale un’autentica fonte di emozioni, e soprattutto, nell’ipotesi in cui vogliate tornare a respirare quell’aria tanto magica rimasta nel vostro cuore sin da quando eravate bambini.

Gli innumerevoli presepi che costellano l’intera via propongono da anni una grande varietà di personaggi, casette e animali che potrebbero ben volentieri animare anche le vostre creazioni; mentre i pastorelli robotizzati o le statuine di grandi dimensioni vengono per lo più proposti a coloro i quali amano conferire un qualcosa di diverso al proprio presepe. Ma non dimentichiamo che San Gregorio Armeno è altresì rinomata su scala mondiale per via della sua creatività, tanto è vero che percorrendone bancarelle e negozi è impossibile non notare anche le statuine di personaggi dello spettacolo, calciatori, politici e celebrità varie che potrebbero dare un tocco di modernità al vostro Natale!

Eppure di pari passo alle bancarelle ci sono anche tante botteghe artigiane che tentano di osannare il vero volto del Natale: botteghe storiche come quelle di Ferrigno e Di Virgilio sono sì un’ottima maniera per catturare il sapore più autentico del periodo, ma anche e soprattutto un patrimonio locale che l’Italia tutta farebbe bene a ribadire come tale.
 

Ecco un video che rappresenta al meglio l’essenza di San Gregorio Armeno

Quando andare: il periodo migliore per visitare San Gregorio Armeno

Napoli è bella di notte e di giorno, d’estate e d’autunno, ed era tale ieri tanto quanto lo è oggi, ma è indubbio che se l’obiettivo è quello di tuffarvi nel suo volto natalizio il periodo migliore per recarvi in zona sia senza alcun dubbio quello dell’Avvento. San Gregorio Armeno pullula di Natale anche in pieno agosto, ma tra novembre e gennaio l’atmosfera natalizia viene fuori nel pieno delle sue potenzialità!

Tra l’altro il capoluogo campano non si fa di certo mancare una ricca offerta alberghiera, cosicché anche nei periodi più gettonati dell’anno possiate contare su un soggiorno certo.

Il nostro consiglio resta quella di visitarla prima delle festività e comunque mai nei fine settimana perchè il sabato e la domenica a causa dell’elevato afflusso di persone rischiereste di non vedere nulla e di non sentire i sapori e gli odori che popolano questa strada. Stiamo sempre parlando di una piccola stradina di Napoli!

Cosa Abbinare ad una Visita a San Gregorio Armeno?

Senza dubbio oltre ai tanti caffè (ò café) che prenderete durante la visita una cosa non può mancare: la degustazione della Vera Pizza Napoletana che in zona è presente ovunque: la Pizza è il cibo di Napoli, per i napoletani è qualcosa di più di un alimento, è un prodotto che accompagna un napoletano autentico per tutta la vita! Mangiatela a Napoli e scoprirete il perchè!
Tra le migliori pizzerie della zona ricordiamo:

  • Pizzeria da Michele: nei pressi del Teatro Trianon, ormai su tutte le principali riviste del mondo è un cult di Napoli anche se difficilmente riuscirete a mangiare una pizza a pranzo. Considerate almeno 1 ora di attesa nella migliore delle ipotesi. Le uniche due pizze disponibili sono la margherita e la marinara. Girata in questa pizzeria anche una scena del film “Mangia, Prega, Ama” di Julia Roberts.
  • Pizzeria Gino Sorbillo: in Via dei Tribunali anche questa è una pizzeria storica e dalla lunga attesa.
  • Pizzeria Di Matteo: altra pizzeria sita in Via dei Tribunali e molto storica (dal 1936). Non potete non assaggiare il misto (cuoppo in napoletano) fritto composto da tante eccellenze napoletane: crocchè di patate, arancini di riso, frittatine di pasta e tanto altro.

Altra cosa da abbinare senza alcun dubbio è uno dei tanti dolci napoletani quali: babà, pastiera, sfogliatella riccia o frolla, graffe, mostaccioli…
Come avrete capito a Napoli la dieta non esiste!
Prima di partire vi consigliamo di portare con voi una bustina di incenso (ù cienz) che è presente ovunque in zona ed è la famosa polvere magica dei napoletani contro il malocchio. Credeteci funziona davvero!
Chiudiamo la nostra guida non con i soliti luoghi comuni che rappresentano Napoli ma mettendola tra i luoghi da visitare nella propria vita perchè in nessun altro posto del mondo troverete quest’atmosfera, colori, sapori, odori. D’altronde se il famoso scrittore tedesco Goethe disse: “Vedi Napoli e poi Muori!” un motivo ci sarà.

Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search

Visualizza le Nostre Offerte Vacanze del Giorno

Optatravel.com Le Offerte Vacanze del Giorno

Prenota il tuo Hotel con Booking.com

        

Trova Hotel al miglior prezzo con Trivago

Booking.com


Trivago Viaggi Lastminute