OptaInUsa

La partenza da Miami in Crociera ai Caraibi e Bahamas

Prima di procedere alla visione vi invitiamo a cliccare mi piace su Facebook o a seguirci su Twitter per restare aggiornati sui nostri viaggi.

Lasciamo il nostro Hotel Sagamore con destinazione Caraibi e Bahamas a bordo della nuova nave Norwegian Getaway. Raggiungiamo il Terminal C del Porto di Miami con un taxi al costo di 25$.

Arrivati al Terminal C lasciamo i bagagli agli steward della nave e ci dirigiamo all’imbarco. Dopo le normali ispezioni arriviamo al desk che ci consegna le nostre card con relativa foto e ci addebita 300$ a cabina sulla carta di credito.

Saliamo a bordo accolti da tanta allegria e messaggi di benvenuto e prendiamo possesso della nostra cabina. Cosa dire di questa nave… Una delle più grandi navi mai costruite con 4000 passeggeri a bordo e 1600 membri di equipaggio.

Subito rimaniamo estasiati dalla precisione e della cura dei dettagli del personale di bordo. L’accoglienza di livello eccezionale e una camera in perfette condizioni con relativi animaletti creati con le asciugamani. E’ come sentirsi a casa.

Ecco il percorso della nave:

Giorno 1: navigazione
Giorno 2: navigazione
Giorno 3: arrivo a St. Martin o Sant Marteen
Giorno 4: arrivo a Saint Thomas
Giorno 5: navigazione
Giorno 6: arrivo a Nassau, Bahamas
Giorno 7: rientro a Miami

Con due giorni di navigazione davanti a noi abbiamo avuto modo di esplorare la nave in ogni suo dettaglio e purtroppo, di mangiare tantissimo..! Eh si sulle navi quasi sempre succede.

La primissima differenza rispetto ad una crociera italiana è che qui, siccome siamo in America, è possibile mangiare 24 ore su 24 in alcuni ristoranti. La nave ha 10 ristoranti di cui 4 sono inclusi nella tariffa ed altri hanno un costo che varia dai 15$ ai 50$ a persona. Presente anche il ristorante italiano che abbiamo provato la seconda sera chiamato “La Cucina”.

Non manca il grandissimo Buffet di nome Garden Cafè posto al 15esimo piano che gira praticamente su tutta la poppa della nave. Immensa la capienza di questo ristorante quasi 1.000 persone.

Oltre alla quantità su questa nave però non manca la qualità del cibo, infatti restiamo meravigliati di tutto ciò che è interamente prodotto sulla nave. La prima pizza mangiata in America la assaggiamo sulla nave e possiamo dirvi che non è da buttare, certo non è una pizza italiana che, ovviamente, lo ricordiamo non esiste quando ci si reca all’estero, ma è una buona focaccia con formaggio e mozzarella fresca americana.

Immensa la quantità di portate sia primi, sia secondi, sia frutta, sia dolci. A tutte le ore del giorno e della notte è stato possibile trovare cibo fresco. Veniamo però alla cena costa 15€ a persona al ristorante italiano “La Cucina” con la possibilità di scegliere alla carta illimitatamente.

La prima cosa che ci hanno portato è un pane fresco italiano. Non avete idea la nostra gioia nel mangiare un cibo veramente italiano, anche se surgelato. Poi abbiamo ordinato spaghetti alla carbonara e risotto agli asparagi e gamberi. Quest’ultimo di livello notevole, mentre gli spaghetti un pò sotto la media ma comunque di buon livello. Ritornare a mangiare pasta per noi tutti è stata una liberazione dallo “Junk Food”, il cibo spazzatura che purtroppo domina in America.

La cena è proseguita con Bistecca ai ferri, Calamari Fritti e Tiramisu come dessert. Il caffè purtroppo ancora latita in quanto il caffè americano è veramente impossibile da bere.

Il giorno seguente abbiamo trovato finalmente all’Atrium Cafè al 6° piano la possibilità di bere un “caffè italiano” grazie alla miscela Lavazza presente a bordo.

In questi due giorni oltre al cibo ci siamo divertiti davvero tanto con i tantissimi intrattenimenti in dotazione alla nave tra cui: 5 scivoli d’acqua, pareti rocciose, campi di golf, cambi di calcio e basket, percorsi di trekking, sala giochi, casinò, teatro, sale di magia, discoteca Bliss, Ping Pong, Scacchi, Palestra super attrezzata, SPA (a pagamento aggiuntivo), negozi per fare shopping, collezioni d’arte, ecc ecc.

Saint Martin o Sint Marteen

Arrivati su questa stupenda isola caraibica ci rendiamo subito conto di essere su un’isola particolare. I negozi di gioielli e diamanti in particolare la fanno da padrone, questo perchè St. Martin è una delle zone duty free più importanti al mondo. Pensate che è possibile acquistare diamanti e pietre preziose a prezzi davvero irrisori. Non interessati a questo tipo di turismo ci incamminiamo verso la stazione dei Taxi dove troviamo una simpaticissima taxista di nome Maria che per soli 8$ a persona a tratta ci accompagnerà verso la famosa spiaggia di Orient Beach.
La spiaggia di Orient Beach è posta sul lato francese dell’isola. L’isola è divisa in due lati: il lato olandese che è quello del porto per intenderci in cui l’isola è chiamata Sint Marteen e quello francese in cui c’è Saint Martin. Anche le valute sono diverse come ci spiegava Maria in quanto sul lato francese c’è l’euro invece su quello Olandese c’è il dollaro in quando Antille Olandesi.
Arrivati su questa magnifica spiaggia di Orient Beach noleggiamo per 10$ ombrellone e lettino con bibita al cocco inclusa. Un paesaggio magnifico ed un mare stupendo ci accolgono. Le coccole del mare e la fraganza del cocco accompagnano il nostro viaggio ai Caraibi.
Trascorriamo ore magnifiche ad Orient Beach per poi ripartire con la nostra Maria in direzione porto, dove dopo un pò di shopping (calzature di noti marchi a pochi dollari!!) e bevuta una buonissima Piña Colada realizzata con il vero cocco ed il vero succo di ananas, ci dirigiamo verso la nave che ci attende per la partenza prevista alle 18.00.

St. Thomas

Ripartiamo a bordo della nostra Norwegian Getaway che ci ospita nuovamente stanchi ed affamati. Dopo una bellissima notte passata pensando alla magnifica giornata trascorsa giungiamo alla vicina St. Thomas nuovamente territorio americano facente parte delle U.S. Virgin Islands le famose Isole Vergini. Le isole Vergini furono le isole scoperte da Cristoforo Colombo durante la sua traversata che gli diede il nome di “Sant’Orsola e le 11.000 Vergini”.
Anche qui come a Saint Martin troviamo molti negozi e gioiellerie duty free anche se abbiamo trovato prezzi più convenienti a Saint Martin. Ci dirigiamo verso la spiaggia di Magens Bay a nord dell’isola con il solito taxi condiviso al costo di 8$ a persona a tratta. Arrivati alla spiaggia ci viene richiesto un ingresso di 4$ a persona ed accediamo all’area privata di Magens Bay. Qui ci ritroviamo in un paradiso terrestre completamente circondati da palme e sabbia finissima ed un mare cristallino.
A pranzo mangiamo un’ottimo pollo fritto con patatine e tranci di pizza per circa 19$ presso il ristorante della Bay. Il tempo è come spesso capita ai caraibi costituito da piogge alternate a schiarite e tanto caldo.
Trascorriamo un’altra fantastica giornata in quest’isola paradisiaca. Ciò che ci impressiona dell’isola è che al di fuori delle strutture turistiche domina la povertà del luogo evidenziata da case malandate e strade poco asfaltate.

Dopo St. Thomas ci imbarchiamo nuovamente a bordo della Norwegian Getaway per percorrere un’altra giornata di navigazione per poi arrivare a Nassau nelle Bahamas. La giornata procede veloce grazie ad i tanti intrattenimenti di bordo e decidiamo di effettuare il percorso di trekking con relativo lancio dalla cima della nave, praticamente in corrispondenza degli scarichi della nave oltre il 17esimo piano.

Nassau – Bahamas

Arrivati a Nassau prendiamo anche qui il solito taxi condiviso per giungere all’Atlantis al costo di 4$ a persona a tratta. L’Atlantis è un parco molto noto a Nassau, un misto tra un Acquario molto completo ed uno stabilimento balneare nonchè un lussuoso complesso di Hotel e Ristoranti, insomma quella che viene definita Paradise Island cioè l’isola del Paradiso.
Acquistiamo il biglietto di entrata abbinando oltre al percorso dell’acquario anche il mare ed un pranzo presso uno dei tanti ristoranti della struttura al costo di 69$ a persona. Ci sarebbe anche la possibilità di visitare il parco acquatico ma il poco tempo a disposizione ci ha obbligati per questa scelta.
Entrati nel parco visioniamo i tantissimi pesci presenti tra cui squali di tutte le dimensioni, meduse, aragoste, tonni e pesci di ogni specie e razza. Noi che conosciamo bene l’Acquario di Genova non possiamo che certificare lo splendore di questo luogo. Dopo aver percorso l’acquario, ci dirigiamo verso il mare. 3 spiagge presenti nel complesso Atlantis: Cove Beach, Atlantis Beach e Paradise Beach. Noi ci siamo diretti all’Atlantis Beach la più grande delle 3 e goduto per alcune ore della bellezza del luogo: un mare cristallino tra i più belli visti durante questo percorso.
In spiaggia usufruiamo di ombrellone e lettini e pranziamo al Cove Grill mangiando hambuger e patatine (l’ennesimo…!).

Ripartiamo in serata abbandonando questa magnifica perla delle Bahamas. Il giorno successivo ritorniamo di buon mattino al porto di Miami dove dobbiamo consegnare il documento doganale con la dichiarazione di ciò che abbiamo al seguito. Dopo un rapido controllo ci dirigiamo verso i taxi che ci porteranno all’Aeroporto di Miami International distante circa 8 Miglia dal centro di Miami. Spendiamo 35$ a tariffa Flat Rate e giungiamo in aeroporto dove ci aspetterà in serata il nostro volo Alitalia con destinazione Roma Fiumicino.

Finisce così la nostra spettacolare avventura chiamata OptaInUsa. Lo Staff di Optatravel.com ringrazia tutti i fan che ci hanno spinto ad effettuare questo splendido viaggio raccontato giorno dopo giorno con tanta passione.

Prenota il tuo Hotel con Booking.com

        

Trova Hotel al miglior prezzo con Trivago

Booking.com


Trivago Viaggi Lastminute


I nostri ultimi Top Articoli