Cracovia: le 10 cose da fare e vedere

In molti la definiscono come “la Firenze dell’Europa del Nord“, e molto probabilmente scoprirete le ragioni di questa definizione solo dopo aver visitato Cracovia di lungo e in largo. La città polacca, del resto, ha più di un elemento comune con il capoluogo toscano: lo stile neoclassico degli edifici, la presenza di opere elaborate per mano di Berecci e della Lora (entrambi architetti fiorentini), nonché la presenza di un centro storico entrato a far parte del patrimonio Unesco.

Cracovia è una città che stupisce, affascina e strega con un’eleganza impari: vi basti sapere che almeno 7 milioni di visitatori, ogni anno, decidono di visitare questa che ha finito col divenire la principale meta turistica di tutta la Polonia.
Booking.com Prenotazione Hotel al miglior Prezzo

1. Stare Miasto (la Città Vecchia) – La magia vera di Cracovia si racchiude qui, nel volto più antico e suggestivo che fa capo alla città vecchia. Conosciuto dagli autoctoni come Stare Miasto, questo è il quartiere che più di ogni altro si fa custode di stili architettonici variegati (andiamo dal gotico al rinascimentale passando per il barocco), di palazzi imponenti, chiese figlie di un’altra epoca e di abitazioni che sono le ultime autentiche testimoni di quella che fu la Cracovia di un tempo. Camminando per le viuzze della città vecchia vi sentirete totalmente a vostro agio, immersi in un’oasi di tranquillità e benessere interiore che è raro rinvenire in città tanto grandi.

2. Piazza Rynek – Passeggiando per il centro storico vi imbatterete per forza di cose nella Rynek, la piazza più grande di tutta Europa: simbolo per eccellenza di Cracovia, piazza Rynek è il punto nevralgico della movida culturale, relazionale e commerciale della città; per non parlare poi degli antichi caffè, delle gallerie, dei fiorai, degli artisti di strada e dell’imperioso Mercato dei tessuti (conosciuto sotto il nome di Sukiennice) che si erge proprio al centro dello spiazzo.

3. Museo Czartoryski – E’ il pezzo forte della città, se non altro perchè al suo interno è ospitata la celebre “Dama con l’ermellino” dipinta da Leonardo da Vinci in persona. Ma all’interno del Czartoryski sono conteute tante altre opere d’arte greca, romana, etrusca ed egizia che rendono onore ai più grandi artisti che il mondo abbia avuto modo di conoscere. Il Museo è raggiungibile da Piazza Rynek percorrendo Via Jana.

4. Lost Souls Alley – Poc’anzi abbiamo fatto luce circa la tranquillità che permea parecchie delle strade e dei quartieri cittadini, ma se ritenete sia il caso di provare un po’ di brio allora vi consigliamo il Lost Souls Alley. Stiamo parlando di una casa degli orrori all’interno della quale lo spavento la fa da padrone: sito in zona Florianska, il Lost Souls Alley è facilmente raggiungibile se arrivate da Stare Miasto.

5. Cattedrale di Wawel – La Polonia, si sa, è una delle nazioni europee più votate alla spiritualità. E l’alto tasso di religiosità si ripercuote inevitabilmente anche sotto il profilo architettonico. La Cattedrale di Wawel (Katedra Wawelska) è solo una delle più importanti testimonianze in tal proposito giacché per via della sua importanza storica, nonché per merito dei suoi stili così autenticamente gotici e barocchi, è oggi uno dei gioiellini tipici di Cracovia che anche i più laici farebbero bene a visitare. Anche in questo caso potete raggiungere il sito percorrendo un breve itinerario a piedi dalla Città Vecchia.
Logitravel Voli

6. Castello Reale di Wawel – Tanto che siete in zona allungate il passo e raggiungete il suggestivo Castello Reale di Wawel (Zamek Krolweski). Si tratta di una imponente struttura straordinariamente bella se vista dall’esterno, ma nei cui interni si fa custode di preziosi tesori che riconducono alle proprietà e che raccontano pezzi di vita dei sovrani che governavano la città. Gli elegantissimi parchi che ne accerchiano le mura e la posizione arroccata in cima all’omonima collina, fanno del Castello di Wawel uno dei luoghi più incantevoli di Cracovia!

7. Il Parco Planty – Se le distese verdi della collina di Wawel hanno deliziato i vostri occhi e rasserenato almeno un po’ la vostra mente, molto probabilmente gradireste continuare sull’onda del relax avventurandovi nel Parco Planty. Posto sulle fondazioni di mura che circondavano l’intera città, il Planty è un parco che offre ai suoi visitatori dei sentieri presso cui passeggiare attorniati da alberi, cespugli, panchine e mappe sparse qua e là che descrivono le principali attrazioni di Cracovia.

8. Stained Glass Museum – Non ancora conosciutissimo, si tratta di un museo che definire ambizioso è dire poco! Si tratta di un sito fortemente improntato sull’arte della lavorazione del vetro che vi stregherà con opere bellissime e che, se visitato nei giorni feriali, vi darà modo di conoscere anche le tecniche e le persone che permettono la realizzazione di questi veri capolavori artistici. Ci troviamo nel quartiere Zygmunta Krasinskiego.

9. Le Miniere di Sale – Non potete lasciare Cracovia senza aver vissuto un’esperienza unica nel suo genere. Le Miniere di Sale di Wieliczka, poste a soli 13 km da Cracovia, rappresentano un’immancabile tappa turistica ed il fatto stesso che siano state incluse nella lista dei patrimoni UNESCO è un dato che lascia sicuramente ben sperare! Attiva da oltre 7 secoli, la miniera si compone di 20 sale sparse su tre piani e collegate per mezzo di lunghe gallerie: l’itinerario vi catapulterà alla volta di laghi sotterranei, statue intagliate nel sale, cappelle sacre, stanze suggestive e tanto ma tanto altro ancora! Se siete incuriositi da questa dimensione obiettivamente surreale della Polonia, vi consigliamo di prendere il Mini bus da Glowny o il treno dalla stazione di Cracovia diretto per Wieliczka.

10. Auschwitz e Birkenau – Viaggiare è fonte di relax, divertimento, spensieratezza; ma viaggiare è anche e soprattutto una via per arricchirsi culturalmente. Ecco perchè è impossibile trovarsi a Cracovia e voltare il capo dall’altra parte della città, senza tener conto del fatto che vi trovate a pochi chilometri dai campi di Auschwitz e Birkenau. Entrambe crude testimonianze di una storia che non rende certo onore al genere umano, il campo di concentramento di Auschwtiz e quello di sterminio che fa capo a Birkenau sono posti da visitare per omaggiare le vittime di una storia intrisa di dolore nonché di uomini che hanno fatto della crudeltà il loro alleato numero uno. L’aria è pesante, l’atmosfera aspra, ma l’esperienza indimenticabile. Per raggiungere i campi di concentramento e sterminio dovete prendere il treno da Cracovia con fermata Oswiecim, ma per arrivare proprio nei pressi del luogo fareste bene a prediligere gli autobus mirati che partono proprio da Cracovia.

Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Violation Search

Visualizza le Nostre Offerte Vacanze del Giorno

Optatravel.com Le Offerte Vacanze del Giorno