Barcellona

Barcellona

Barcellona

Vivere Barcellona

Barcellona gode di un clima mite per quasi tutto l'anno e le temperature estive superano spesso i 35 gradi. In autunno il clima è sempre piacevole e la temperatura media varia dai 20 ai 15 gradi. La media invernale invece si aggira intorno ai 10 gradi, ma a Barcellona non piove spesso e quindi si possono godere giornate piacevolmente soleggiate. Sicuramente per il capodanno Barcellona è la città con la temperatura più mite fra le altri capitali Europee.
Barcellona è generalmente ritenuta una delle città più belle del mondo. Fra i suoi punti di forza vi sono le opere di architettura del periodo modernista, soprattutto del genio catalano Antoni Gaudì. Fra queste spiccano la celeberrima Sagrada Familia, il Parc Güell, Casa Battlò e Casa Milà. Oggi lo stupendo Quartiere Gotico di Barcellona è testimone, con i suoi magnifici palazzi e le sue chiese, di quel periodo medievale di splendore della città. Barcellona e la Catalogna sono state tradizionalmente patria di artisti visionari e spesso rivoluzionari quali Dalì e Mirò. Inoltre lo stesso Picasso, nato a Malaga, è cresciuto a Barcellona e ha qui trascorso gli anni della sua formazione personale e artistica.
Città culturalmente vivace e protagonista di un vertiginoso progresso economico, la capitale catalana è anche espressione concreta di una continua volontà di rinnovamento, sia esso dettato da necessità civiche (è il caso dell'Eixample) o da esigenze strutturali (vedi gli interventi per le Olimpiadi del 1992).
Il turista che raggiunge Barcellona scopre un città antica e moderna al tempo stesso, dove alle maggiori rappresentazioni del gotico catalano si affiancano spettacolari espressioni del Modernismo, e dove l'accostamento tra un vecchio quartiere di pescatori ed una moderna città olimpica non sembra poi così irriverente. Le bellezze architettoniche ed i capolavori artistici - insieme ad una gustosa cucina e ad una vita notturna tra le più animate - fanno di Barcellona una delle mete preferite dei viaggiatori che raggiungono la Spagna.

Documenti di Viaggio

Per entrare nel territorio spagnolo ed andare a Barcellona, basta una carta d’identità valida per l’espatrio. Se si vuole arrivare con la propria auto o noleggiarla sul posto, la patente italiana è riconosciuta. Per circolare non è necessario avere la Carta Verde, ma soltanto la carta di circolazione del veicolo. Per avere assistenza sanitaria sul luogo c’è la necessità di portare con sè la tessera magnetica del Sistema Sanitario Nazionale, questa dà diritto all’assistenza in tutti gli ospedali pubblici e il rimborso fino all’80% delle spese sostenute. A partire dal 26 giugno 2012, tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all'estero solo se muniti di un proprio documento di riconoscimento (carta d'identità, passaporto individuale, lasciapassare per l'espatrio di minori di 15 anni). Non sono pertanto più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori, anche se il documento resta attivo per il genitore. Maggiori informazioni sono presenti sul sito della Polizia di Stato e nella nostra sezione dedicata ai Documenti di Viaggio.

MUOVERSI A Barcellona

Il modo migliore di arrivare a Barcellona è con l’aereo. L’aeroporto principale di Barcellona si chiama “El Prat de Llobregat” e si trova ad una distanza di circa 13km dal Centro della città. Esiste anche un secondo aeroporto molto distante da Barcellona con il nome di Aeroporto di Girona. Fate attenzione in quale aeroporto atterrerete perchè molte compagnie lowcost, tra cui Ryanair ad esempio, atterrano all’aeroporto di Girona distante circa 100 km da Barcellona. Il prezzo di un volo è variabile in base alla stagione ma prenotando con un po’ di anticipo si riesce a viaggiare a prezzi onesti, molte offerte le trovate anche qui da noi su Optatravel.com.

VI CONSIGLIAMO L'ACQUISTO DELLA BARCELLONA CARD QUI

El Prat de Llobregat (www.barcelona-airport.com)

L’Aeroporto gestisce un traffico annuo di circa 30 milioni di passeggeri ed è uno dei più moderni ed immensi d'Europa, è costituito da 2 Terminal (T1 e T2A-B-C) che sono delle vere e proprie città commerciali, con navette per spostarsi da un terminal all'altro. I voli che dall’Italia portano a Barcellona partono da tutti i principali aeroporti italiani e sono offerti da tutte le compagnie di linea e low cost, tra cui Alitalia, Iberia e RyanAir.

Collegamenti:

AEROBUS A1 o A2: mezzo consigliato per raggiungere il centro. Questi Bus partono da entrambi i Terminal T1 e T2 dell'aeroporto ed arrivano a Placa de Catalunya (zona Ramblas) in circa 35 minuti effettuando solo 3 fermate in punti strategici della città (Pl. Universitat, Urgell, Pl. Espanya). Le partenze degli aerobus avvengono ogni 5 minuti (dalle 6.50 alle 21.45) mentre negli altri orari mediamente ogni 10 minuti. Il costo è di 5.90€ (solo andata) oppure 10,20€ (andata e ritorno entro 9 giorni). Si può comperare il biglietto dal personale alla fermata dell'autobus (pagamenti solo in contanti), presso i distributori automatici (pagamento con carta di credito) o pagando direttamente all'autista (pagamenti solo in contanti). Gli Aerobus sono attivi dalle 05.30 all' 01.00 di notte. Per prendere l'Aerobus arrivati in Aeroporto bisogna scendere al piano inferiore, occhio a non prendere la discesa dei taxi. Si ricordi che le corse su questi Bus non sono incluse nè nella Barcellona Card, nè negli abbonamenti al TMB.

TRENO RENFE: collega l'aeroporto di Barcellona al centro con corse che partono ogni 30 minuti. Gli orari di partenza sono dalle 6.00 alle 23.00 ed il costo del biglietto è di 2.30€ a corsa. I possessori della Barcellona Card o dell' Abbonamento ai mezzi pubblici TMB non necessitano l'acquisto del biglietto.

TAXI: I tipici taxi gialli e neri coprono i 15km da El Prat de Lobregat al centro in 15-20 minuti. In cambio chiedono circa 20 euro per arrivare a Placa de Catalunya.

Girona (www.aeroportodigirona.com)

L’Aeroporto gestisce un traffico annuo di circa 4 milioni di passeggeri soprattutto grazie all'arrivo di numerose compagnie low cost tra cui Ryanair, Transavia, Wizzair. Esso si propone come valida alternativa all'aeroporto di Barcellona El Prat, soprattutto per chi vuole visitare la famosa Costa Brava e non solo la capitale. La città di Girona dista circa 12km dallo stesso. Ryanair utilizza Girona come punto nevralgico dei suoi collegamenti in tutta Europa, non è raro che molti italiani atterrino qui come tappa intermedia.

Collegamenti:

TAXI: mezzo consigliato per raggiungere il centro. In questo caso consigliamo di prendere un taxi a causa della notevole distanza dell'aeroporto. Il prezzo per corsa però è molto alto, tant'è vero che si aggira intorno alle 120/130€ per corsa.

BARCELONA BUS: collega l'aeroporto alla Estacio del Nord (nei pressi della Stazione Metro Arco di Trionfo Linea 1 Rossa) al costo di 12€ solo andata oppure 21€ a/r con partenze medie ogni 30 minuti circa.

Il percorso si effettua soprattutto in autostrada attraversando la costa ligure, quella francese e un tratto di quella spagnola; da Genova si supera il confine con la Francia a Ventimiglia, si abbandona la A10 e ci si immerge nella costa meridionale francese lungo la N113 dirigendosi poi all'interno fino ad Arles con la E80; da qui lungo la A54 fino a Nimes, si imbocca poi la A9 che porta direttamente al confine spagnolo passando per Montpellier e Narbonne; prendendo infine la A7 si arriva a Barcellona.

I trasporti pubblici in città includono metropolitana, autobus e tram. Ognuno ha i propri vantaggi e sono un modo molto economico per vedere la città. TMB è la società di trasporto metropolitano di Barcellona, quasi tutte le stazioni sono pulite, ben illuminate e di facile accesso.
Ci sono vari tipi di biglietti tra cui i viaggi multipli che possono essere acquistati da distributori nelle stazioni o presso le biglietterie. I prezzi sono ragionevoli e l'acquisto di un pass multiplo viaggio offre circa un risparmio del 50% oltre i singoli biglietti.
Il sistema integrato di trasporti pubblici prevede 6 zone differenti con vari tipi di biglietti, la zona principale è la zona 1 quindi conviene acquistare il carnet di 10 viaggi T10.
I viaggi singoli con carnet T10 possono essere utilizzati anche da più persone. Normalmente ogni biglietto ha una durata di 75 minuti e un costo a partire per una zona di 9.80€. Il T10 è la soluzione più economica per viaggiare a Barcellona.
Altro tipo di biglietto è il T-DIA, un biglietto individuale con la validità giornaliera ed un numero illimitato di viaggi dal momento della convalida fino alla fine del servizio con il prezzo per 1 zona che parte da 7.25€.

La metropolitana consta di 10 linee di treni che camminano dalle 5:00 del mattino fino a mezzanotte. Solo il sabato e la domenica fino alle 2:00 di notte.

QUI E' POSSIBILE VISUALIZZARE LA MAPPA DELLA METRO DI BARCELLONA

Barcellona dispone di una flotta di taxi con tassametro, disciplinata dal Metropolitan Taxi Institute, composta da più di 10.000 automobili. Con la loro livrea nera e gialla, i taxi di Barcellona sono facilmente individuabili. E’ consigliabile stampare l’indirizzo di arrivo e mostrarlo al guidatore perché molti tassisti non parlano inglese. Il servizio è comunque molto economico e se si è in più persone talvolta è anche conveniente.

La TMB di Barcellona ha un totale di 108 linee di autobus e una flotta di 1.080 veicoli, tutti adattati per persone con mobilità ridotta, che garantiscono una struttura moderna, efficiente, servizio di autobus eco friendly. Per un elenco completo delle linee di autobus e le tariffe visitate //www.tmb.cat/en/linia-de-bus

TRAMMET opera in città con due reti di tram moderni, noti come Trambaix e Trambesòs. La linea del tram storico, il Tramvia Blau, collega la metropolitana con la funicolare del Tibidabo (entrambi operati da TMB). La funicolare di Tibidabo sale la collina del Tibidabo, così come la funicolare de Vallvidrera (FGC). Non è il mezzo di trasporto che vi verrà in mente immediatamente, ma con 6 linee, il tram può essere molto utile per spostarsi a Barcellona, soprattutto perché connette parti di città non servite dalla metropolitana. In totale il tramvia circola in 8 comuni compresa Barcellona. Sempre più viaggiatori decidono di utilizzarlo come mezzo di trasporto dovuto alla sua comodità. Viaggia dalle 5:00 alle 24:00 dalla lunedi al giovedi, e dalle 5:00 alle 2:00 il venerdi e sabato. Alcuni tram sono dotati di connessione Wi-Fi gratuita. Al momento solo 5, ma il numero aumenterà in futuro.

VISITARE Barcellona

La Rambla di Barcellona

La Rambla di Barcellona è il lungo viale che da Plaza de Catalunya porta fino ai piedi della statua di Colombo, a pochi metri dal mare. Qui si affollano notte e giorno turisti e barcellonesi, artisti di strada in cerca di fortuna e ladri in cerca di vittime.
(La Rambla - Metro Linee L3 Verde, L1 Rossa - Stazioni: Liceu a centro rambla, Drassanes a sud, Catalunya a Sud)

La Sagrada Familia di Barcellona

Anche se è un’opera d’arte incompiuta e sempre dai “lavori in corso”, la Sagrada Familia resta il simbolo della religiosità spagnola. Nel 1866 Josep M. Bocabella Verdaguer fondò l'associazione spirituale dei devoti di San José: si trattava di un'associazione che promuoveva la costruzione di un tempio dedicato alla Sacra Famiglia. I soldi arrivavano dalle donazioni di tutti i devoti e nel 1881 l'associazione comprò un grande terreno per costruire questo tempio. Fu l'architetto Francesc del Villar a presentare il primo progetto fatto di tre navate, sette cappelle ed una guglia, e proprio nel giorno di San José il vescovo Urquinaona mise la prima pietra del Tempio della Sagrada Familia. Costo del biglietto 13.50€.
(Calle Mallorca - Metro Linee L5 Blu, L2 Viola - Stazione: Sagrada Familia)

Acquista Ora!

Barcellona, la Barceloneta e il Porto Vecchio

Dopo le Olimpiadi del 1992 c'è una parte di Barcellona che è andata perduta per sempre, oggi sostituita da un centro commerciale e da attrazioni tecnologiche. Ma non tutto è perduto: resta la Barceloneta, il vecchio quartiere dei pescatori, rimasto uguale a com'era. E' il luogo dove si va a mangiare pesce, "Pan e Tomate" (Pane e pomodoro) e la "bomba", una crocchetta di patate ripiena di carne e salsa piccante. I panni stesi (e le auto parcheggiate sui marciapiedi) la fanno assomigliare a Napoli, soprattutto d'estate, quando l'animazione per strada non ha sosta e in spiaggia si resta fino all'alba.
(Barceloneta - Metro Linea L4 Arancio - Stazione: Barceloneta)

La Cattedrale di Barcellona

La Cattedrale di Barcellona è dedicata a Santa Eulalia e alla Santa Croce. Presenta una cripta dedicata alla santa, con le sue spoglie e un sarcofago che racconta la fondazione di Barcellona da parte di Ercole. Poi c'è un chiostro con la Fontana dell'Eden. La Cattedrale è anche dedicata alla Santa Croce, il Crocifisso del Quattrocento posto sopra l'altare che, secondo la tradizione, nel 1571 fu issato sulla nave di Giovanni D'Austria come stendardo durante la battaglia di Lepanto contro i Turchi. Costo totale della visita: 6€/pers
(Plaça de la Seu - Metro Linea L4 Arancio - Stazione: Jaume I)

Acquista Ora!

Il Barrio Gotico di Barcellona

Il nome deriva dalla presenza al suo interno di splendidi monumenti gotici, anche se sono ben visibili le tracce dell'antica città romana e dell'insieme degli edifici medievali che qui si conservano come importanti testimoni del glorioso passato. Quartiere dall'indiscutibile storia che, per il suo splendido labirinto di stradine, deve essere visitato esclusivamente a piedi. Il Barrio Gotico occupa la zona che era precedentemente di un antico villaggio romano fortificato. Librerie ed antiquari, bar e ristorantini, popolano le stradine di questo quartiere prima romano e poi greco, da sempre centro della vita di Barcellona. Sopra il quartiere svetta la guglia appuntita della Cattedrale di Barcellona, dedicata a Santa Eulalia. Non c’è un percorso obbligato per visitare il Barrio Gotico, meglio gironzolare un po' tra le stradine, senza dimenticare Placa Reial (ristoranti, bar e turisti) e Carrer Montcada, sede del Museo Picasso.
(Gothic Quarter, Carrer Jaume I - Metro Linea L4 Arancio - Stazione: Jaume I)

Acquista Ora!

Il Museo Picasso

Il Museo Picasso costituisce una chiara testimonianza dei legami che unirono questo artista universale a Barcellona. In questa città, infatti, l'artista non solo consolidò la propria formazione accademica, ma visse un periodo di effervescenza artistica che rappresentò la spinta che gli aprì la strada verso la modernità. Inaugurato nel 1963, il museo vanta la collezione più importante e completa delle opere giovanili e della formazione di Pablo Picasso, accogliendo anche esposizioni temporanee di altri artisti. Nelle opere di pittura e disegno esposte al Museo, si riconosce l'influenza dei primi anni di formazione accademica avuta dalle Scuole di belle arti di La Coruña, Barcellona e Madrid. Le opere che vanno dal 1890 al 1897, rivelano come già in gioventù Picasso avesse raggiunto il pieno dominio della tecnica, grazie anche alla guida del padre, pittore e professore di disegno. Due opere chiave di questo periodo sono gli olii La prima comunione (1896) e Scienza e carità (1897). Costo della visita è di 11€ biglietto normale e 6€ il ridotto.
(Carrer Montcada - Metro Linea L4 Arancio - Stazione: Jaume I)

Acquista Ora!

La Pedrera – Casa Milà

Casa Milà, popolarmente nota come 'La Pedrera', è un edificio insolito, costruito tra il 1906 e il 1912 dall'architetto Antonio Gaudí (1852-1926) al numero 92 del celebre Passeig de Gràcia, nella zona d'espansione dell'Ensanche, su incarico di Roser Segimon e Pere Milà per il loro imminente matrimonio, e dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1984. Oggi è la sede della Fundació Catalunya, La Pedrera, e ospita un centro culturale che è un punto di riferimento a Barcellona per la gamma di attività che organizza e i diversi spazi per mostre. La Pedrera è oggi un faro luminoso per la creazione e la conoscenza, un grande contenitore ricco di contenuti, che ha un ruolo cruciale nello svolgere la trasformazione della società e l'impegno per il popolo. Costo biglietto normale 16.50€, per i bambini sotto i 6 anni è gratis.
(Carrer Provença, 261 - Metro Linee L3 Verde, L5 Blu - Stazione: Diagonal)

Acquista Ora!

Casa Batllò

Meraviglia modernista realizzata dall'eccentrico Antonio Gaudì tra il 1904 ed il 1906 che fu incaricato dalla famiglia Batllò di ristrutturare questo edificio nel quertiere Eixample. Conosciuta comunemente come casa del ossos o casa del drac (rispettivamente "casa delle ossa" e "casa del drago") dagli abitanti locali, cela aldilà della sua straordinaria facciata modernista, un mondo completamente da scoprire al suo interno, dove interessanti soluzioni architettoniche si fondono a sorprendenti dettagli stilistici. Tra le sale e gli angoli più sorprendenti da visitare, non si possono dimenticare il Piano Nobile (la Planta Noble) dove un tempo risiedeva la famiglia Batlló, il tetto (Azotea), i famosi comignoli (las Chimeneas), il solaio (el Desván, un tempo utilizzato come lavanderia e ripostiglio) ed il Patio de Luces.
(Passeig de Gràcia, 43 - Metro Linee L3 Verde, L2 Viola, L4 Arancio - Stazione: Passeig de Gràcia)

Acquista Ora!

Parc Guell

Capolavoro d'arte che fu commissionato a Gaudí dall'industriale Eusebi Güell, che aveva comprato una collina (El Carmel) a nord della città. Il progetto complessivo dell'insediamento prevedeva alloggi, studi, una cappella ed un parco, per un totale di 60 abitazioni per trasferire l'aristocrazia di Barcellona, ma fu acquistato solo uno dei lotti e furono completate solo due abitazioni. In una delle due abitazioni ha vissuto per alcuni anni lo stesso Gaudì (ed in cui oggi c'è un museo) prima di trasferirsi al cantiere della Sagrada Familia. Non si può andare via da Barcellona senza toccare la fontana a forma di dragone posta ad uno degli ingressi del Parco. Questo parco contiene numerose meraviglie tra cui camminate in roccia, mosaici di vetri di ogni colore in stile gaudì ed una spettacolare veduta sulla città. ATTENZIONE: si consiglia l'uso del bus 24 da Passeig de Gràcia che ferma direttamente fuori l'ingresso.
(Parc Guell - Metro Linee L3 Verde, L4 Arancio, L2 Viola - Stazione: Passeig de Gràcia + BUS 24 da Passeig De Gracia)

Da non perdere la festa di Sant Jordi, il patrono della Catalogna, che si svolge il 23 aprile. È uno degli eventi di Barcellona più importanti, ed è una specie di festa di San Valentino per gli abitanti della Catalogna. Tradizionalmente gli uomini regalano una rosa alle donne, che contraccambiano con un libro. Sant Joan rappresenta l'inizio dell'estate a Barcellona. È uno splendido evento ed una tradizione prettamente catalana. La Festa della Mercè che si svolge il 24 settembre, è l'evento più importante di Barcellona. In questo giorno, nel quale si festeggia la santa patrona della città, la capitale catalana si riempie di manifestazioni e cose da fare. Figure catalane tradizionali come castellers, gegants e capgrossos sono la vera attrazione della festa.

• Sfilata dei Re Magi (6 gennaio)
• Festa di Santa Eulalia (12 febbraio)
• Carnevale (tra febbraio e marzo)
• Pasqua (tra marzo e aprile)
• Sant Jordi (23 aprile)
• Montserrat (27 aprile)
• Primavera Sound (giugno)
• Sonar (terzo weekend di giugno)
• Notte di Sant Joan (23 giugno)
• Festival Greco (giugno/luglio)
• Festa di Gràcia (terzo weekend di agosto)
• Festa della Mercè (24 settembre)
• Castanyada (31 ottobre)
• Barcellona Jazz Festival (novembre)
• Natale (25 dicembre)
• Santo Stefano (26 dicembre)

ATTIVITA' A Barcellona

Il segreto della cucina catalana è quello di saper unire insieme mare, pianura, montagna e anche i sapori di altre cucine regionali spagnole, soprattutto quella valenciana, della Spagna centrale e della vicina Francia. Per questa capacità i catalani definiscono la loro cucina di mar y montaña.

La cucina catalana offre una molteplicità di piatti, a cominciare dalle salse: il sofrito (olio, pomodoro, aglio e cipolla), la samfaina (pomodoro, peperoncino e melanzane), la picada/romesco (mandorle tostate, prezzemolo, pinoli, cannella e zafferano) e l’allioli (una salsa densa fatta solo con aglio e olio).

Gli antipasti sono prevalentemente a base di verdure ed ortaggi freschi, che abbondano nelle zone intorno a Barcellona: fra tutti ricordiamo le fabes a la catalana (fave alla catalana) e il lesso con fagioli bianchi. Molto spesso le insalate prevedono l’aggiunta di carne o pesce, come nell’ Amanida Catalana (insalata mista con verdure varie e carne affumicata, pesce o crostacei), l’Esqueixada (gustosa insalata di baccalà, cipolla e peperoni) e l’Empedrat (insalata di baccalà e cannellini).

I piatti forti della cucina catalana sono senz’altro quelli a base di carne, pesce, crostacei e selvaggina, anche combinati tra loro e spesso accompagnati da riso, anch’esso molto presente sulla tavola dei barcellonesi.

Ecco un elenco dei più famosi e saporiti:

Zarzuela: (il cui nome deriva da un genere musicale lirico-dramatico molto popolare in Spagna) un piatto molto ricco e saporito, preparato con tutti i pesci che si possono trovare nella regione ;

Arroz a banda: un ricco brodo di pesce in cui si cuoce il riso, che successivamente viene servito separatamente dai pesci da cui si è ricavato il brodo;

Arròz Negre: celebre piatto della Costa Brava, è a base di riso, seppie, pesce, frutti di mare, cipolla, aglio e pomodori conditi con olio d’oliva e nero di seppia che gli conferisce il caratteristico colore scuro da cui deriva il nome;

Graellada de marisc: varietà di crostacei alla griglia accompagnati da allioli;

Suquet: zuppa di pesce e crostacei condita con zafferano, patate pomodori e vino;

Fideus a la cassola: spaghetti con peperoni rossi, braciola o filetto di maiale e salsiccia;

Botifarra amb mongets: salsiccia nera alla brace e fagioli bianchi;

Llagosta i pollastre: particolarissima combinazione di aragosta con pollo in salsa di nocciole e pomodoro;

Pollastre amb samfaina: pollo arrosto con verdure miste e samfaina;

Patatas alla Brava: patate prima lessate e poi fritte a tocchetti con una maionese leggera ed una salsa molto molto piccante;

Canelons a la barcelonesa: cannelloni al forno ripieni di fegatini di pollo e maiale;

Paella: a base di riso e frutti di mare o selvaggina, è in realtà tipica di Valencia, ma ormai molto diffusa sia a a Barcellona che nel resto della Spagna. Esiste in tantissimi gusti: carne, pesce, misto, crostacei, verdure e combinazioni di queste.

Sopa de fredolics: zuppa o minestra di lumache.

Molto amati e sempre presenti sulla tavola dei barcellonesi sono gli insaccati, come il jamon serrano, il chorizo, la butifarra (una sorta di salsiccia), il salame di Vic.

Tipiche della cucina spagnola, le tapas si possono gustare in infinite varietà; la più diffusa a Barcellona è il pa amb tomaquet, una sorta di bruschetta aromatizzata con aglio, olio di oliva e pomodoro e successivamente abbrustolita che funge da accompagnamento per molti piatti sia di mare che di terra.
Non si può terminare un pasto a Barcellona senza la mitica crema catalana, cioè una crema al latte ed uova ricoperta da una lastra di caramello.

Appena arrivati a Barcellona ci si rende conto che è una città che non dorme mai. Gli Spagnoli mangiano tardi, bevono tardi e vanno fuori molto tardi.
La vita notturna di Barcellona si sviluppa in numerose zone della città. In generale i locali nella zona delle Ramblas sono frequentati quasi esclusivamente dai turisti, quelli nel Born, nel Barrio Gotico, nel Raval e nella Barceloneta/Porto Olimpico da un misto di barcellonesi (intesi come catalani, spagnoli e stranieri che vivono a Barcellona) e turisti, quelli nell'Eixample e a Gracia soprattutto dai barcellonesi.
Durante i weekend non c’è da soprendersi se i night club non si riempiono prima dell' 01.00 – 02.00 del mattino, e vanno avanti fino a circa le 6:00. La vita notturna di Barcellona è in armonia con la città stessa, alla moda, variegata e qualche volta spettacolare. Anche se non si è una persona da night club vale comunque la pena farsi un giro tra i tanti lounge bar presenti in città, magari anche per prendere un ottimo drink.
Molti dei club non hanno un prezzo fisso. Varia a seconda della serata e di chi sta suonando, molti sono gratuiti prima di un certo orario, inoltre, se si cammina lì attorno, è probabile che si trovino i volantini (flyers) che permettono di entrare gratis per tutta la notte. Generalmente i flyers consentono di avere una bevanda gratuita, paghi uno e prendi due, oppure di entrare gratis. E’ possibile trovarli per tutta la città, incluso lungo la Ramblas e nella zona del Barrio Gotico.

Ecco alcuni dei locali più importanti:

Café Royale (Nou de Zurbano 3), un disco-bar molto "in".

La Confiteria (Carrer de Sant Pau 128, tel. 93-4430458)

Fonfone (Carrer Escudellers 24, tel. 93-3171424), disco-bar molto stylish nel cuore del Barrio Gotico.

Mas i Mas (Carrer de Marià Cubí 199, tel. 93-2094502), uno dei ritrovi storici della movida barcellonese.

Otto Zutz (Calle Lincoln 12, Metro: Fontana Apertura: 24.00-5.30 www.ottozutz.com), un bel locale su 3 piani frequentato da modelle e vip.

Discothèque (Poble Espanyol, tel. 93-4231285), che organizza magnifiche feste a tema.

Bikini (Avinguda Diagonal 547, tel. 93-3220800), 3 diversi ambienti, dove si passa dall'house ai ritmi latini alla musica dal vivo.

Nitsa Club (Nou de la Rambla 113, tel. 93-4414001), nella cui Sala Apolo spesso si esibiscono i musicisti più quotati della scena techno.

Dot (Nou de Sant Francesc 7, tel. 93-3027026), piccolo club in stile newyorchese sempre pieno di personaggi stravaganti: sulla parete di una delle sue sale vengono proiettati in continuazione film di culto.

ALLOGGIARE A Barcellona

Esempio: Prenota con Booking il tuo B&B da 25€ a notte

Hotel Booking
Il tuo B&B da 25€ Dormi in Bed and Breakfast a partire da 25€ a notte E' possibile scegliere tra una grande varietà di b&b di tutte le fasce di prezzo o anche soluzioni con bagno privato che li rende praticamente sistemazioni uguali all'hotel.

Prenota la tua Stanza!

HomeAway

Esempio: Monolocale da 30mq a partire da 16€ a persona a notte

Monolocale Città Europee
Monolocale o Casa Vacanza Dormi in un Monolocale o Casa Vacanza a partire da 16€ a notte E' possibile scegliere tra una grande varietà di monolocali e case in affitto complete di cucina, bagno con doccia, connessione ad Internet e/o WI-FI.

Prenota la tua Casa!

Hotels Generic 250x250

Esempio: Hotel 3*** a partire da 30€ a persona a notte

Hotel 3*
Hotel da 3* o categoria superiore Dormi in Hotel a partire da 30€ a notte E' possibile scegliere tra una lunga lista di offerte per hotels con ogni comfort: wifi in camera, colazione inclusa, check-out ritardato, servizio lavanderia, servizio in camera.

Prenota la tua Camera!

Dove si trova Barcellona?
Che lingua si parla a Barcellona?
Qual è il miglior periodo dell’anno per visitare Barcellona?
Quali sono la data e l’ora correnti in Barcellona? Che moneta si usa a Barcellona?
Barcellona è sicura?
Le donne possono tranquillamente viaggiare a Barcellona?
È possibile utilizzare il telefono o un cellulare a Barcellona?
Come raggiungo il centro di Barcellona dall’aeroporto?
Esiste una card turistica che consente sconti?

Dove si trova Barcellona?
Barcellona si trova nella parte Nord Est della costa Mediterranea della Spagna, a circa 2 ore a Sud dei Pirenei Francesi. E' la capitale della Catalunya, una regione nella parte Nord della Spagna con la sua cultura, le sue tradizioni e la sua personalità.

Che lingua si parla a Barcellona?
A Barcellona si parla Spagnolo e Catalano. Barcellona è la capitale della Catalunya per cui il catalano è ampiamente parlato dalla gente del posto. Nelle zone turistiche si parla anche tranquillamente inglese ma per un italiano che visita la città sicuramente l’unico problema che non si avrà sarà quello della lingua.

Qual è il miglior periodo dell’anno per visitare Barcellona?
Barcellona gode di un clima temperato tutto l'anno. Le estati di solito sono calde e afose raggiungendo talvolta temperature di 38°C, mentre le temperature medie massime si aggirano intorno ai 27-28°C. Le piogge cadono tra la fine dell'estate e per tutto l'autunno, ma generalmente Barcellona è un luogo soleggiato, la media annua di pioggia è di 590 mm.
Gennaio è come per l’Italia il mese più freddo, ma comunque le minime invernali non scendono mai sotto i 4°C.

Quali sono la data e l’ora correnti in Barcellona? Che moneta si usa a Barcellona?
La data e l'ora a Barcellona sono le stesse di quelle Italiane. La differenza con l’ora di Greenwich è GMT+1. L’Ora legale inizia il 31 marzo, 02:00 ora locale adottata ufficialmente.
L’Ora legale termina il 27 ottobre, 03:00 ora locale estiva.
La moneta in uso a Barcellona ed in Spagna è l’Euro, quindi nessun problema di cambio. E’ possibile prelevare tranquillamente da qualsiasi bancomat con le carte italiane.

Barcellona è sicura?
Si sente molto spesso parlare di furti a Barcellona, di una città molto violenta. A mio parere posso dirvi che Barcellona non è più pericolosa di tutte le altre città. Sicuramente c’è da fare un po’ più di attenzione soprattutto agli effetti personali, ma basta essere un po’ attenti per godersi una città spettacolare. Fate molta attenzione, comunque, alle Ramblas, al Barrio Gotico ed alla zona portuale in generale soprattutto nelle ore serali. Il principale consiglio come in ogni viaggio è quello di tenere al sicuro i documenti, magari lasciarli in albergo e se possibile, sempre consigliato, fare un assicurazione prima del viaggio. Ogni compagnia aerea ne offre una a costi vantaggiosi.
Posti da evitare di notte: alcune zone dell'area Raval (alla sinistra delle Ramblas guardando a nord), alcune zone del Quartiere Xines, la zona meridionale della Ramblas e le stradine che ne dipartono.

Le donne possono tranquillamente viaggiare a Barcellona?
Assolutamente si. Valgono le stesse regole dette precedentemente.

È possibile utilizzare il telefono o un cellulare a Barcellona?
Assolutamente si. Per chiamare da Barcellona verso l’Italia devi inserire il nostro prefisso internazionale 0039 seguito dal numero fisso o da quello di cellulare. Per chiamare dall’Italia alla Spagna il prefisso da inserire è 0034. Per chiamare Barcellona o il resto della Spagna da Barcellona basta comporre il numero di telefono fisso o cellulare sempre preceduto dal relativo prefisso.

Come raggiungo il centro di Barcellona dall’aeroporto di El Prat?
L’aeroporto internazionale di El Prat è ben collegato al centro della città. Il treno RENFE passa ogni 30 minuti e collega l’aeroporto di Barcellona con il centro città in meno di mezz’ora al costo di 2,30€. Puoi scendere dal treno alle stazioni Barcelona Sants, Passeig de Gracia o Clot e da qui prendere la metropolitana per raggiungere la tua meta. Se fai lo scambio alla stazione Barcelona Sants e non hai il biglietto T10 ne dovrai fare un altro. In alternativa puoi prendere l’Aerobus A1 se arrivi al terminal A e l’Aerobus A2 se arrivi al terminal B (attivi dalle 6:00 all’1:00). Questi bus ti portano fino a Placa de Catalunya al costo di 5.90€ solo andata.

Esiste una card turistica che consente sconti?
La BARCELONA CARD è una tessera valida dai 2 ai 5 giorni consecutivi. Include:
• L'ingresso a 18 musei e attrazioni, tra cui il Museo di Arti Decorative, il Museo di Scienze Naturali e i Giardini Botanici
• Il 30% di sconto sulle passeggiate guidate lungo il Barrio Gótico o la Barcellona bohémien di Picasso (commento in inglese e spagnolo/catalano)
• L'ingresso scontato per 26 musei e luoghi di interesse, tra cui il Museo Picasso, il tempio della Sagrada Familia, la Fundació Joan Miró, il Museo del Profumo e il Museo di Arte Contemporanea
• Sconti presso una selezione di ristoranti, bar, luoghi di ritrovo culturale, discoteche e negozi
• L'utilizzo illimitato della rete di trasporto pubblico di Barcellona, inclusi metropolitana, autobus urbani e rete ferroviaria suburbana
• L'utilizzo del treno e del tram diretti all'aeroporto
• Un guida stampata, disponibile in catalano/spagnolo/inglese o francese/tedesco/italiano, contenente informazioni sulle principali zone di interesse della città
• Una mappa di Barcellona
• Una mappa delle rete metropolitana della città
• Le informazioni relative a tutti gli outlet che partecipano all'iniziativa

VI CONSIGLIAMO L'ACQUISTO DELLA BARCELLONA CARD QUI

ECCO LA LISTA COMPLETA:

Ingressi gratuiti
Museo Picasso FAST TRACK
Circuit de Catalunya
Fondazione Joan Mirò FAST TRACK
Centro Cultura Contemporanea di Barcelona (CCCB) FAST TRACK
Fondazione Antoni Tapies FAST TRACK
Giardino Botanico
Golondrinas Port de Barcelona
Torre de Cllserola
CosmoCaixa
Museo Arte Precolombiana
Museo della Cioccolata FAST TRACK
Museo della Ceramica
Museo Egizio FAST TRACK
Museo Arte Contemporanea FAST TRACK
Museo d'Arte de Catalunya FAST TRACK
Monastero de Pedralbes
Museo della Storia di Barcelona: El Call, Placa del Rei, Refugi 307, Via Sepulcral Romana.
DHUB Disseny Hub Barcelona
Museo Blau
Museo Frederic Marés
Museo della Musica FAST TRACK
Museu Modernisme Català FAST TRACK
Museo Arte Decorativa e Tessile
Museo Olimpico Samaranch FAST TRACK

LA DICITURA FAST TRACK EVIDENZIA IL FATTO CHE CON QUESTA CARD E' POSSIBILE SALTARE LA FILA RISPARMIANDO TEMPO E DENARO.

Ingressi scontati
Sagrada Familia -1 €
Casa Batllò -15%
Camp Nou Experience -5%
La Pedrera Casa Milà -20%
Fondazione Sunol -25%
Gran Teatre del Liceu -20%
Museo delle Cere -20%
Museo del Profumo - 40%
Museo Europeo d'Arte Moderna -20%
Palazzo della Musica -20%
Casa-Museo Gaudì -1 €
Cripta Gaudì -15%
Caixaforum -50%
El Poble Espanyol -25%
Fondazione Francisco Godia -20%
Museo di Archelogia Catalana -30%
Museu de l'Erotica -20%
Museu d'Historia de Ctalunya -30%
Museo delle Invezione e delle Idee - 15%
Padiglione Van dr Rohe -20%

Barcellona ultima modifica: 2013-02-18T17:35:09+00:00 da Gmac Opta

Commenti Facebook

ISCRIVITI GRATIS
ALLA OPTATRAVEL
NEWSLETTER
Ti invieremo tante offerte sui viaggi, codici sconto e crociere al miglior prezzo! Potrai cancellarti quando vuoi in ogni momento!
Seguici anche sul nuovo Canale TELEGRAM: t.me/optatravel